Auto elettriche Fiat: dal 1976 al 2020

Lo sviluppo di veicoli elettrici per la mobilità sostenibile è da anni uno degli obiettivi di molte Case automobilistiche, con investimenti che hanno reso alla portata di tutti numerose auto elettriche in commercio nel 2019. In questo panorama, però, ad oggi non ha avuto un ruolo da protagonista la Casa italiana, anche se le prime auto elettriche Fiat risalgono al 1976 e le ultime, anche se come concept, al 2019. Parliamo in questo caso della Fiat Centoventi, la Panda elettrica del futuro, presentata a Ginevra e in commercio dal 2020.

La prima Fiat elettrica

Chi si ricorda la X1/23? Si tratta di un prototipo di citycar a motore elettrico prodotto nel 1978 dal Centro Ricerche Fiat. La due posti, spinta da un motore da 13,5 cavalli, alimentato da batterie al piombo, aveva un’autonomia di 70 chilometri a velocità costante di 50 km/h. Poteva arrivare a non più di 75 km/h con un’accelerazione lontana anni luce dalle elettriche di oggi: da 0 a 400 metri in 30 secondi.

Panda Elettra

Presentata nel 1990, dotata di un motore elettrico da 14 kW alimentato da batterie al piombo, la Panda Elettra era il frutto di anni di studi e progetti che rendevano Fiat un’azienda all’avanguardia in questo segmento già negli anni 90’. All’epoca, l’attenzione della critica fu alta: Panda Elettra riscosse un buon successo, ma il prezzo di ben 25 milioni di lire la rese un flop di mercato. Elettra aveva solamente due posti, poteva arrivare a una velocità massima di soli 70 km/h e l’autonomia era di 100 chilometri, ma solo se percorsi alla velocità costante di 50 km/h. Infine, per la ricarica occorrevano 8 ore. Al momento, non c’è traccia di Panda Elettra usate in vendita neppure su AutoScout24.

Fiat 600 Elettra

Negli anni successivi al progetto Panda Elettra, Fiat ci riprovò con la Cinquecento e la Seicento Elettra, con gli stessi risultati negativi, presentando parallelamente vari altri esperimenti e concept che guardavano anche all’ibrido, ma senza reali sbocchi commerciali.

Fiat 500e

Venduta soltanto in Califonia, per rispondere alle severe leggi dello Stato americano, che impone ai costruttori la produzione di una quota di veicoli a zero emissioni (ZEV). Il lancio del modello fu accompagnato dalle parole di Sergio Marchionne che si espresse in modo molto negativo, chiedendo addirittura agli americani di non comprare la 500 elettrica, che all’azienda sarebbe costata una perdita secca di circa 14 mila dollari per ogni vettura venduta. Queste le caratteristiche tecniche: 83 kW (111 cv) di potenza e 200 Nm di coppia, scaricate sulle ruote anteriori da una trasmissione monomarcia. La batteria agli ioni di litio, invece, è da 24 kW/h e garantisce un’autonomia di 130 km. Per un’intera ricarica, servono più di quattro ore da una presa di 240 V. Oggi, una 500 elettrica del 2014 su AutoScout24 ha un prezzo di partenza di circa 17.000 euro e arriva ad un massimo di 20.000.

Fiat Centoventi

Presentata a Ginevra in occasione del 120esimo Anniversario di Fiat, la Concept Centoventi, per molti, rappresenta la futura Fiat Panda elettrica. Sarà super personalizzabile non solo dal punto di vista estetico, grazie al programma 4U, ma soprattutto per il pack modulare di batterie che permetterà un range da 100 a 500 km semplicemente acquistando o noleggiando unità di batterie aggiuntive. I principali dati tecnici sono: Lunghezza: 3680 mm Altezza: 1527 mm Larghezza: 1740 mm. Mentre il prezzo sarà di circa 15.000 euro. Pronti a vederla sul mercato dal 2020!

Nuova Fiat 500 elettrica

La nuova Fiat 500 sarà solo elettrica e costerà 30.000 euro, mentre l’attuale diventerà ibrida, mild hybrid, nello specifico, come il resto della gamma Fiat. Il target di utente, verosimilmente, sarà rappresentato dagli stessi che oggi sono affascinati da Tesla ma che non possono permettersi Model 3, Model S e Model X e che usano prodotti Apple.

di Sergio Lanfranchi

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*