Messina – Valorizzare il monumento della Regina Elena di Savoia a Piazza della Seggiola

La prestigiosa Biblioteca Regionale Universitaria di Messina ha ospitato un importante Convegno promosso dall’Associazione Nazionale del Fante Ric. dal Ministero della Difesa e dai CO. B-GE INSPIRED ONU UNESCO OMS sulla valorizzazione di Piazza della Seggiola, che, per le pessime condizioni in cui si trova, ha urgente necessità di opportuni interventi, perché ospita uno dei più significativi monumenti sulla Regina Elena di Savoia presenti sul territorio italiano. A introdurre i lavori era la direttrice della Biblioteca, dott.ssa Tosi Siragusa, che tratteggiava la figura della Regina come nobilissima donna di Carità e crocerossina che nella circostanza della tragedia del Terremoto del 1908 di Messina dava il suo materno sostegno ai sofferenti e si soffermava sui suoi alti principi morali e interventi volti alla pace. Nell’occasione, la direttrice invitava i presenti ad osservare la splendida esposizione di libri, riviste e giornali di alto interesse storico e scientifico. Prendeva la parola il prof. Domenico Venuti, consigliere nazionale dell’ANF e presidente generale dei CO. B-GE, che ricordava che in Via Cesare Battisti (di fronte al monumento) si è dato vita, in questo periodo, a un Centro d’Arte espositivo intitolato alla Regina Elena, diretto dall’artista di fama internazionale Carmen Crisafulli, presidente della Commissione arte dei CO. B-GE.

Rilevava che i messinesi così tutti gli italiani hanno amato e amano questa grande sovrana che Papa Pio XI nominava “Rosa d’Oro della Cristianità”. Il prof. Venuti proponeva nel motus di valorizzazione della Piazza della Seggiola in onore della Regina la risistemazione – con potatura alberi, restauro dei bronzi alla base del monumento intorno la doverosa illuminazione per la realizzazione di un salotto letterario artistico e scientifico – considerato che la sovrana aveva meritato per il suo elevato operare sanitario la Laurea ad Honorem. A tal proposito, incisiva era l’attestazione del vice presidente dei CO. B-GE, prof. Giuseppe Mobilia, e la presenza della nota biologa dott.ssa Domenica Iero, capitano di Umanità, addetta alla presidenza generale dei CO. B-GE e patronessa ANF. Di particolare significato era la presenza del decano dei O.B-GE, Conte Angelo Molino della Torre, e l’intervento del vice presidente ANF, Carmelo Maimone, che, con espressioni filosofiche e di analisi introspettive poneva in rilievo la grande personalità della Regina, la poetessa Rosita Orifici Rabe leggeva una sua lirica, intervenivano – tra il plauso del pubblico – la prof.ssa Maria Teresa Prestigiacomo, giornalista e critico di chiara fama transnazionale, presidente della Commissione Patronesse dei CO.B-GE, e la dott.ssa Argentina San Giovanni nota criminologa e psicologa, nella qualità di presidente del Comitato Patronesse dell’ANF., la dott.ssa Anna Maria Celi, la signora Ruslana Kastusic, porgeva da bielorussa il suo compiacimento per l’evento che potrebbe essere volto alla sensibilizzazione degli ambienti scolastici; il presidente della Comunità Russa di Messina (la Regina Elena aveva richiesto la solidarietà dei russi per i colpiti dal grave sisma) interessante si rivelava l’intervento del segretario dell’ANF Acc. e poeta, Renato Dipane.

L’intervento del prof. Domenico Venuti
Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. SEMPRE ENTUSIASTA PER TUTTE LE INIZIATIVE CHE VALORIZZANO LA MEMORIA DELLE COSE BELLE DELLA SICILIA E UN PLAUSO ALL’INFATICABILE PROF.DOTT.VENUTI – CON LA BENEDIZIONE DI DIO – DON SAMATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*