Il vino buono sta nella botte piccola… e non solo

Il popolo dei ‘bassotti’ destinato a vivere più a lungo, grazie ai geni e alle loro mutazioni genetiche legate a un ormone. L’ora della rivincita doveva pure scattare, per remunerare i piccoli di statura dai tormenti adolescenziali e non solo. A consolarli, è arrivata una ricerca secondo cui possono vivere più a lungo di persone molto alte o ‘spilungone’, che dir si voglia. La notizia è stata diffusa dall’Albert Einstein College of Medicine di New York, dove studiosi hanno esaminato i geni e le loro mutazioni genetiche legate all’ormone IGF1 fattore di crescita insulino-simile-1. I ricercatori hanno scoperto che, come gli animali di piccola taglia raggiungono un’età più avanzata rispetto a quelli di stazza grande, così anche gli uomini di statura più bassa possono contare su una maggiore longevità. Le donne, in particolare, per la presenza di estrogeni, oltre all’ormone insulino, sarebbero ulteriormente avvantaggiate per raggiungere il traguardo dei cent’anni. Naturalmente, la predisposizione genetica svolge un ruolo importante, ma non bisogna trascurare altri elementi come la dieta equilibrata e il movimento. Gli studiosi, comunque, sono molto ottimisti e promettono per tutti, riponendo fiducia nel continuo progresso scientifico, il traguardo di 130 anni in un futuro non molto lontano.

di Domenica Timpano

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*