Vulcano d’Amore

O Signore mio, potentissimo
Quando mi dài la grazia di pensarti,
Chi sono io limitatissimo
Di essere stupido a lasciarti?

Dimmi Signore mio e stringimi
C’è chi veramente mi vuole bene,
come me ne vuoi tu? Coraggio! Dimmi!
Mi hai liberato dalle catene?

Ecco perché voglio lodarti ora
Con voce alta dirò i tuoi prodigi,
Nella grotta di Betlemme ancora
Ci hai amati assai e dirigi!

È questo che ha bisogno il cuore
Un vero e proprio vulcano d’amore!

di Fra Mario Attard

Print Friendly, PDF & Email