Cefalee ed emicranie: Team padovano del dott. Barbiero tratta i Punti Dolorosi per guarirle stabilmente

L’obiettivo del team padovano e dei medici esperti del metodo ‘Punti Dolorosi (PD)’ è di ottenere la guarigione stabile della cefalea. Ottimi risultati vengono raggiunti in percentuali elevate (8 persone assistite su 10 a fine ciclo), come confermato da una statistica osservazionale del 2009 su 186 persone trattate. Esistono centinaia di forme di cefalea, circa un miliardo di persone ne soffrono, svariati miliardi di euro vengono spesi per invalidità, perdita di giorni lavorativi, visite mediche, esami diagnostici e terapie, soprattutto farmacologiche. I farmaci contengono le crisi, possono presentare effetti indesiderati e raramente sono risolutivi. Il dott. Aldino Barbiero, chirurgo ortopedico e radiologo, con il suo team del Centro Riflessomedico di Albignasego (PD) ha applicato su oltre 10.000 persone con cefalea la neuroriflessomedicina attraverso i Punti Dolorosi da lui ideata e validata scientificamente insieme a eminenti colleghi universitari e ospedalieri di Padova, Bologna, Arezzo e Catanzaro. Il medico ricerca e definisce con precisione tutti i Punti Dolorosi da cui partono le crisi e li tratta con stimoli riflessogeni di vario tipo: piccoli aghi da insulina o raggi laser puntiformi indolori o laser CO2 chirurgico. Il medico risolve così la cefalea trattandone i sintomi a livello dei Punti Dolorosi che li contengono. Per la diffusione del metodo, vengono effettuati annualmente corsi di base e avanzati accreditati con crediti ECM e supportati dal manuale ‘Punti Dolorosi Neuro-Riflessoterapia Personalizzata’ (Cleup riedizione 2016). (ANSA)

Print Friendly, PDF & Email