Comunicato congiunto UDU Messina – CGIL Messina, contro la propaganda fascista e nazista

Ci sentiamo, convintamente, antifascisti e crediamo, fortemente, che un’opposizione a tutte le forme di fascismo sia oggi quasi un dovere morale, una questione che coinvolge tutti e tutte noi, in maniera trasversale e intergenerazionale. Per questo aderiamo alla raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare dal titolo Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti. Sono necessarie 50.000 firme necessarie per presentarla in Parlamento e sottoporre al voto il progetto di legge, e la raccolta proseguirà fino al 31 marzo prossimo. L’iniziativa è stata promossa da Maurizio Verona, sindaco di Stazzema, il comune toscano che fu luogo dell’eccidio del 12 agosto 1944, dove i nazisti assassinarono 560 civili. In breve, la proposta: “Chiunque propaganda i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco è punito con la reclusione da sei mesi a due anni. La pena è aumentata di un terzo se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici”. Vogliamo un Paese basato sui valori che hanno radici nella Costituzione e nella Resistenza. La raccolta delle firme è, ufficialmente, aperta, è possibile firmare presso l’ufficio elettorale del Comune di Messina che è aperto ogni giorno, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00-12.00, e il pomeriggio di martedì e giovedì, dalle 16.00 alle 18.00.

UDU Messina – Unione degli Universitari
CGIL Messina

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*