Il cordoglio di tutta la comunità di Articolo Uno della provincia di Messina per la scomparsa di Olga Cancellieri

La comunità di Articolo Uno della Provincia di Messina ha appreso con sconcerto la tragica notizia della scomparsa di Olga Cancellieri. Non ci sono parole per esprimere la cupa tristezza che accompagna, in ciascuno di noi, questo evento doloroso. Con Olga, tante e tanti di noi sono cresciuti, altre compagne e altri compagni ci hanno visto crescere e maturare. La passione e l’amore per la politica è stata la cifra di una generazione che, alla fine degli anni ’90, nella sinistra giovanile, nelle circoscrizioni e, poi, nella dialettica del partito, i democratici di sinistra, si è cimentata e forgiata. Di quella generazione, Olga, come militante, come attivista, come dirigente è stata sempre in prima linea. Con determinazione, con entusiasmo ha sempre combattuto per le sue idee mettendole sempre davanti al proprio interesse. Ragazza e poi donna ha saputo declinare la questione di genere in maniera innovativa, protagonista come responsabile femminile in una delle ultime segreterie provinciali dei DS. Ci mancheranno i suoi interventi, il tono acuto di alcuni passaggi, la forza nell’aggredire le questioni più spinose puntando dritto al cuore del problema. La crisi della politica e dei partiti organizzati l’ha spinta verso nuove prospettive di impegno. Il suo attivismo nel movimento antimafia, con un ruolo di direzione e di coordinamento dell’Ufficio Legale, di Addiopizzo Messina racconta della sua volontà di esserci ancora, di incidere sulle dinamiche distorte del nostro territorio, di dare un proprio contributo al cambiamento anche attraverso la professione di avvocata. Ma Olga era tanto di più. Ci fermiamo alla soglia della sfera privata, dove i dolore si fa insopportabile e rispetto al quale ogni parola è vana e sprecata se non la nostra vicinanza che è vera e sincera. Ciao Olga, ci mancherai.

Print Friendly, PDF & Email