Messina – 29 Anni senza padre Marrazzo. Celebrazioni alla basilica di Sant’Antonio in onore del servo di Dio

La figura e l’opera caritatevole di padre Giuseppe Marrazzo, servo di Dio e apostolo rogazionista della Riconciliazione a Messina, verranno rievocate domani 30 novembre. Il giorno del 29esimo Anniversario della sua scomparsa, avvenuta nel 1992 improvvisamente. Come ogni anno, la Congregazione dei Padri Rogazionisti, insieme all’Associazione Amici di Giuseppe Marrazzo, hanno organizzato una giornata di celebrazioni che si terranno nella basilica santuario di Sant’Antonio, dove padre Marrazzo, di origine pugliese, svolse la sua attività di pastore per quarant’anni. Previsti quattro momenti di preghiera e riflessione sulla vita e l’opera del sacerdote già in vita definito santo, per il quale è in itinere il processo di beatificazione e canonizzazione. Dal 2014, le spoglie di padre Marrazzo sono state traslate nella basilica di Sant’Antonio e deposte nello stesso sarcofago che per sessant’anni conservò quelle di sant’Annibale.
Ecco il programma: ore 18.00 – Solenne messa presieduta da fra Tonino Bono;
– ore 18.45 – Omaggio floreale alla tomba;
– ore 19.00 – Intervento di padre Agostino Zamperini, postulatore generale dei padri rogazionisti che comunicherà gli sviluppi della causa di canonizzazione in Vatican;
– ore 19.15 – Presentazione del libro ‘Il padre delle anime’, di Alessandro Corsi, ex allievo rogazionista.  Dal 2014, le spoglie di padre Marrazzo sono state traslate nella basilica di Sant’Antonio e deposte nello stesso sarcofago che per sessant’anni conservò quelle di sant’Annibale.

Print Friendly, PDF & Email