Messina – Tamponi scuole tornano al PalaRescifina insieme a quelli per controllo per chi è già positivo. Ex gasomentro resta per i cittadini. Aumentati posti letto Covid negli ospedali

Il commissario Covid-19 di Messina, Alberto Firenze, ha disposto il trasferimento di nuovo al PalaRescifina da oggi pomeriggio del servizio USCA scuole per i tamponi degli studenti. Al PalaRescifina, si continueranno anche a fare i tamponi alle persone che, al momento, risultano già positive. Sia gli studenti che le persone che hanno già contratto il Covid-19 saranno chiamati dalle USCA. Al gasometro, invece, proseguiranno i tamponi molecolari e rapidi per i cittadini che devono effettuarli per controllo e saranno senza prenotazione. I vaccinati non pagano, le persone ancora non vaccinate pagheranno 15euro per il tampone rapido e 50 per il molecolare, e dovranno presentarsi già con il versamento effettuato tramite con le seguenti modalità: – tramite bonifico bancario intestato alla Tesoreria A.S.P. Messina – IBAN: IT12W 01005 16500 000000218700, indicando nella causale tampone molecolare/rapido; – tramite versamento sul c/c postale n. 12868980, ovvero con bonifico alle seguenti coordinate IBAN: IT93R 07601 16500 000012868980, indicando in entrambi i casi nella causale tampone molecolare/rapido.

Durante una riunione tra dirigenti delle aziende sanitarie provinciali e il commissario Covid-19 di Messina disposto, inoltre, l’aumento di 28 posti letto Covid nell’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto. Nei prossimi giorni, si decideranno altri eventuali aumenti negli altri ospedali. Inoltre, nei prossimi giorni durante le festività natalizie gli hub provinciali saranno aperti quasi tutti i giorni (vedi tabella allegata). L’hub Fiera rimarrà aperto tutti i giorni tranne che per alcune ore il 25 dicembre e l’1 gennaio. Oggi, infine, in occasione delle festività natalizie, l’imprenditore siciliano Fiasconaro ha donato alcuni panettoni made in Sicily all’Hub Fiera di Messina per il personale. Al momento dei festeggiamenti, erano presenti oltre al commissario Covid, Alberto Firenze, al commissario straordinario ASP Messina, Bernardo Alagna, e al direttore sanitario ASP, Domenico Sindoni, il presidente dell’Ordine Provinciale dei Medici e Odontoiatri, Giacomo Caudo, il segretario provinciale di Federfarma, Giovanni Crimi, e alcuni dirigenti dell’ASP.

Print Friendly, PDF & Email