Messina – Prevenzione incendi: ‘Difendiamo i Peloritani, prevenire si può… adesso!!!’

Si è svolto al Centro Diurno Camelot, presso la Cittadella Sanitaria L. Mandalari, il seminario: ‘Difendiamo i Peloritani, prevenire si può…. adesso!!!’. L’evento sulla prevenzione degli incendi boschivi è stato promosso, negli studi della Camelot Social Radio, dal dott. Matteo Allone che ha ribadito come lo scopo dell’incontro è creare stimolo e, soprattutto, operatività. “Difendiamo i Peloritani quale slogan del primo incontro tenutosi alla Badiazza nel 2017, prosegue quale campagna di prevenzione antincendio e di tutela e salvaguardia dell’ecosistema – ha aggiunto – per mettere al centro non solo la difesa dell’ambiente, ma soprattutto la creazione di sinergie valide, operative ed efficaci che prevengano gli incendi. Ciò – ha concluso Allone – si può realizzare attraverso una consapevolezza collettiva dalla quale scaturisce la responsabilità individuale di ciascun individuo. Non si può assistere inermi alla distruzione della fauna e della flora pianificata con annuale strategica determinazione dagli incendiari terroristi dell’ambiente”. A moderarel’incontro in chiave radiofonica l’avv. Silvana Paratore, che ha posto l’accento sulla necessità di attenzionare il territorio nella maniera giusta coniugando le attività di difesa con quelle di valorizzazione dei Peloritani. Una pronta segnalazione della Forestale, alla centrale operativa dei Vigili del Fuoco, potrà certamente agevolare i tempi dei soccorsi e contenere i danni conseguenti. Ricordato il numero da comporre 1515, al quale i cittadini possono segnalare con tempestività la presenza di incendi boschivi e qualsiasi altro tipo di emergenza ambientale.

La speaker ha ringraziato s.e. il prefetto di Messina, dott.ssa Cosima Di Stani, che ha fatto pervenire i saluti all’iniziativa, e il comandante della Brigata Meccanizzata Aosta, generale di Brigata Giuseppe Bertoncello, sottolineando il ruolo Dell’esercito Italiano che ha realizzato i Forti e le infrastrutture che salvaguardano i Monti Peloritani. A seguire, è stato mandato in onda un video che ha mostrato il duplice volto dei Monti Peloritani rigogliosi e con sfumature di colori e profumi da un lato e dall’altro, la visione del loro stato in caso di fumo e fiamme sulle colline messinesi, l’intervento degli elicotteri e la distruzione che precede il dissesto idrogeologico di un territorio vulnerabile. Le immagini che hanno costituito momento di grande riflessione, è stato detto, non vanno considerate solo come riprese del passato, ma potranno caratterizzare il futuro se non si crea un tavolo tecnico e di regia volto alla tutela dell’ambiente. Ai microfoni della Camelot Social Radio, è intervenuto il comandante dei Vigili del Fuoco di Messina, dott. Salvatore Tafaro, che ha rimarcato l’importanza della sinergia istituzionale e anche della partecipazione attiva dei cittadini nell’opera di sensibilizzazione e di responsabilità atta a evitare disastri ambientali. Citata dal comandante la convenzione già firmata dal Dipartimento Vigili del fuoco, Regione siciliana, Corpo Forestale Regionale volta a potenziare le forze in campo per la lotta attiva antincendio boschivo.

Print Friendly, PDF & Email