Malta – Le persone sole nella saga del Coronavirus

L’epidemia di Coronavirus aumenterà la solitudine e l’onere finanziario delle persone vulnerabili, teme la Caritas Malta, dopo che anche essa ha dovuto interrompere il contatto diretto con i suoi clienti come precauzione contro il Coronavirus. L’organizzazione di beneficenza della Chiesa ha lanciato quattro numeri di telefono affinché i suoi clienti possano rimanere in contatto con uno psicologo, uno psicoterapista e un assistente sociale. “A volte, tutto ciò di cui hanno bisogno è qualcuno che li ascolti, poiché molti dei nostri clienti soffrono di solitudine. Non possiamo lasciare le persone vulnerabili, comprese quelle con problemi di salute mentale e gli anziani, che sono da soli, ha detto una portavoce per la Caritas. Al momento, la necessità dei servizi della Caritas è molto richiesta, poiché l’epidemia di Coronavirus ha aumentato l’ansia e la solitudine tra molti. Allo stesso tempo, ci ha costretti a interrompere il contatto fisico con coloro che sono più bisognosi, ha aggiunto la stessa portavoce.

La Caritas sta cercando di adattare i suoi servizi. Ad esempio, terrà videoconferenze con i clienti che partecipano alle sue riunioni settimanali, come Emozioni Anonime. Nel frattempo, a Dar Papa Franġisku e Dar Maria Dolores a Birkirkara, i pasti giornalieri per i bisognosi vengono ora forniti come pranzi al sacco, distribuiti ai clienti attraverso la finestra. I rifugi sono gestiti dalla fondazione Dar il-Hena, una collaborazione tra il Governo, la Chiesa e la Alfred Mizzi Foundation. Sono in corso discussioni sul servizio di accoglienza per i senzatetto. Il nostro cuore va ai lavoratori stranieri che vengono licenziati, trovandosi in difficoltà finanziarie e che potrebbero affrontare il rimpatrio. La disoccupazione e la mancanza di un senso di sicurezza e stabilità avranno anche un grande impatto sulla loro salute mentale. Vogliamo contattare le persone e far loro sapere che possono ancora trovare aiuto, ha aggiunto la portavoce. La Caritas sta ricevendo chiamate o dei SMS dai suoi clienti su 7921 3480, 7921 3479, 7921 3482 e 9912 2515. Le persone possono anche inviare un’e-mail su: help@caritasmalta.org”.

di Fra Mario Attard

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*