Malta – Un nuovo presidente per il Movimento Cana

L’arcivescovo Charles Jude Scicluna ha nominato il dott. Joe Cassar come presidente del Movimento Cana. Egli ha preso il posto di dott. Arthur Galea Salomone che è stato per otto anni alla guida del Movimento. Il Movimento Cana è un’associazione non governativa della Chiesa a Malta che sta accompagnando le famiglie durante questi 68 anni. Tra i servizi che questo Movimento offre, ci sono dei corsi di preparazione per il matrimonio, la formazione delle coppie e delle famiglie, consulenza per quelle persone che s’incontrano delle difficoltà personali e famigliare e anche collabora con le parrocchie. Il dott. Joe Cassar è un consulente psichiatra che si è laureato come medico all’Università di Malta e ha continuato i suoi studi in Psichiatria nell’università di Yale, negli Stati Uniti. Egli è anche un docente nell’università di Malta e conduce un servizio di Psichiatria di Emergenza nell’ospedale Mater Dei. Lavora nel reparto della Salute Mentale dei bambini e giovani, e anche con le famiglie che hanno delle difficoltà nella loro vita matrimoniale. Il dott. Joe Cassar è anche un membro del Movimento dei Focolari. È sposato con Anna Maria e hanno due figlie, Fabrizia e Rebecca.

Nel suo discorso ai partecipanti al corso diocesano di formazione su matrimonio e famiglia promosso dal tribunale della Rota Romana, fatto nella Basilica di San Giovanni in Laterano giovedì 27 settembre 2018, papa Francesco disse: “Nella loro scia ho sviluppato questo tema, specialmente nell’Esortazione apostolica Amoris laetitia, ponendo al centro l’urgenza di un serio cammino di preparazione al matrimonio cristiano, che non si riduca a pochi incontri. Il matrimonio non è soltanto un evento ‘sociale’ – è sociale, ma non soltanto –, ma un vero sacramento che comporta un’adeguata preparazione e una consapevole celebrazione. Il vincolo matrimoniale, infatti, richiede da parte dei fidanzati una scelta consapevole, che metta a fuoco la volontà di costruire insieme qualcosa che mai dovrà essere tradito o abbandonato. In diverse Diocesi del mondo, si stanno sviluppando iniziative per rendere più adeguata alla situazione reale la pastorale familiare, intendendo con questa espressione in primo luogo l’accompagnamento dei fidanzati al matrimonio. È importante offrire ai fidanzati la possibilità di partecipare a seminari e ritiri di preghiera che coinvolgano come animatori, oltre ai sacerdoti, anche coppie sposate di consolidata esperienza familiare ed esperti nelle discipline psicologiche”. Mentre auguriamo al dott. Joe Cassar un lavoro che dà degli ottimi frutti per il bene delle famiglie presenti e future a Malta, possa questo brano da papa Francesco ispirarlo personalmente per continuare a consolidare l’ottimo lavoro già fatto finora dal Movimento Cana per la famiglia nella nostra amata isola.

di Fra Mario Attard

Print Friendly, PDF & Email