Il papa si congratula personalmente con il frate francescano maltese padre Dionisio Mintoff per il suo 90° compleanno

Padre Dionisio Mintoff, fondatore del Laboratorio della Pace, ha ricevuto i saluti personali di papa Francesco in occasione del suo 90 ° compleanno. Il sacerdote francescano, che ha festeggiato il suo 90° compleanno il 1° aprile 2021, ha ricevuto dal papa un biglietto autografato in cui lo ringrazia per il suo ministero pluridecennale all’interno della Chiesa. Il sacerdote francescano ha fondato 50 anni fa una ONG per i servizi ai migranti. “Caro padre, ho appena scoperto che l’altro ieri hai compiuto 90 anni! Ti mando i miei migliori auguri”, si legge nella nota. Il papa ha chiesto a padre Mintoff di pregare per lui e gli ha augurato una santa Pasqua, concludendo con “fraternamente tuo, Francesco. Fondato nel 1971, il Laboratorio della Pace papa Giovanni XXIII in Ħal Far – gestito da padre Mintoff – è un’organizzazione di volontariato che ospita e nutre un numero di richiedenti all’asilo degli adulti e gestisce programmi per aiutare le opportunità di istruzione e lavoro nella comunità dei migranti. Nel 2019, padre Mintoff è stato nominato per il Premio Felix Houphouet-Boigny-Unesco per la Pace, che viene assegnato a individui viventi e organismi o istituzioni pubblici, o privati attivi che hanno dato un contributo significativo alla promozione, ricerca, salvaguardia o mantenimento della pace in conformità con la Carta delle Nazioni Unite e la Costituzione dell’Unesco.

Nel 2019, padre Mintoff ha anche ricevuto il premio per l’invecchiamento attivo in riconoscimento per i suoi continui sforzi presso il Laboratorio della Pace, che rimangono imperterriti dalla sua età. Interessantissimo osservare che secondo la relazione del vicario generale dei Frati Minori, fr. Julio César Bunader, all’Assemblea UFME 2017, enfatizza questo fatto particolare nella vita dei frati minori: “La nostra vocazione ha alcune specifiche mediazioni che ci permettono di configurare in ogni età e cultura la presenza francescana che risponda ad una vita vicina ai bisognosi, in particolare ai migranti e rifugiati… Abbiamo percepito la necessità di ‘vivere il carisma con nuove forme’ (CCGG 115 § 2), quelle che consentono ai fratelli un modo di vivere che risponda alle nuove sfide e alle richieste del popolo. Abbiamo molti esempi nell’Ordine: le fraternità che lavorano con le minoranze etniche, i tossicodipendenti, i malati di AIDS e l’‘escluso’ della società, con i migranti, nuove forme di evangelizzazione in Europa. Per dare continuità, siamo invitati a valutare e discernere dove possiamo restare per rispondere alle nuove sfide (nro. 2; 2b)”. Ebbene, padre Dionisio Mintoff OFM ha vissuto questa visione pienamente per cinquanta anni! Grazie mio fratello carissimo Dionisio, perché tu hai sempre parlato con le opere di misericordia per gli ultimi con la tua caratteristica di una stragrande umiltà, umanità e fraternità! Grazie di essere per tutti noi un francescano vero! Preghiamo per te e preghi per noi!

di Fra Mario Attard

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*