Covid-19: Il virus non resiste oltre 20-30 secondi in piscina

C’è uno studio norvegese che segue osservazioni già fatte, in cui sembra proprio che il virus non resista oltre 20-30 secondi sulla superficie dell’acqua mentre si nuota per via del cloro. Quindi, l’effetto sembra veramente confermato”. A spiegarlo – in merito ai rischi del contagio da Sars-Cov-2 nelle piscine – è stato Guido Rasi, consulente del commissario per l’emergenza Coronavirus e già direttore dell’Agenzia europea dei medicinali (EMA). In vista dell’arrivo dell’estate, una delle preoccupazioni sono i richiami dei vaccini in vacanza: “Il problema – precisa Rasi – è la logistica. Èun aspetto non banale, le regioni devono sedersi a un tavolo con il commissario, le dosi ci saranno,in teoria si potrebbe fare, dipende dalla pratica. Tutto si può fare ma bisogna sedersi e farlo”. È atteso, invece, in settimana il via libera dell’Europa al vaccino anti Covid-19 per ragazzi tra 12 e 15 anni. “Sarà sicuramente approvato all’Agenzia Europea dei Medicinali – prevede Rasi, direttore scientifico del provider di educazione continua in medicina di Consulcesi – e fa parte del secondo pilastro della pandemia, ovvero stroncare la diffusione del virus”. (ANSA)

Print Friendly, PDF & Email