I Carabinieri dei RAC concludono il 2020 a tutela dell’agroalimentare

Dal 28 al 30 dicembre u.s., i Reparti Tutela Agroalimentare (RAC) – unitamente a personale del Reparto Operativo Centrale – sul territorio nazionale, hanno eseguito controlli presso 75 aziende del settore agroalimentare, con i seguenti risultati: riscontrate 13 imprese irregolari; contestate sanzioni per 12.000 euro; impartite 8 diffide ad adempiere per violazioni sanabili sull’etichettatura e la rintracciabilità degli alimenti; denunciate due persone per tentata frode in commercio (artt. 56 e 515 c.p.), poiché venivano posticipate le reali date di scadenza di prodotti ittici. In particolare, nelle province di Forlì-Cesena, veniva sorpreso il titolare di una società intento ad apporre su 104 confezioni di scampi congelati, per complessivi 312 kg, nuove etichette con scadenza 2021 su quelle preesistenti con scadenza 2019. Mentre – presso il mercato ittico di Mugnano di Napoli – sono stati sequestrati, a carico di ignoti, 2 tonnellate di pesce privo di rintracciabilità. Nel corso delle verifiche, sono stati sequestrati i seguenti alimenti, per carenza di rintracciabilità o per mancanza dell’etichettatura obbligatoria: 3.427 kg di prodotti ittici, per un valore commerciale di circa 81mila euro; 80.300 kg di prodotti ortofrutticoli, per un valore di 60mila euro; 71 kg di prodotti lattiero caseari, per un valore di circa mille euro; 7 litri di cioccolato evocante CIOCCOLATO DI MODICA IGP e 7.900 bustine per il confezionamento.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*