Caronia – Quattro eleganti cicogne sulla sommità del Castello

Quattro eleganti cicogne, di cui una che mostra timidamente la testolina, in perfetto piumaggio bianco e nero nella punta della coda e delle estremità delle ali, becchi lunghi, zampe affusolate, liberamente in volo, hanno scelto di sostare, nei giorni scorsi, a Caronia sulla sommità del Castello, di proprietà della famiglia Castro, regalando un bellissimo spettacolo della natura. In effetti, la cicogna da sempre ha affascinato l’uomo e suscitato emozione nell’immaginario collettivo, in quanto portatrice di buon auspicio, simbolo di nascita e di felicità, e ancora perché la sua presenza proprio in quel luogo indicherebbe il buono stato di salute tra l’ambiente e l’uomo. L’immagine signorile, dunque, delle cicogne dall’attraente cima del Castello, monumento cittadino di grande pregio storico-architettonico, in stile arabo-normanno e risalente al XII secolo, quando il re Ruggero II, con la maestranza araba, volle realizzarlo come palazzo-villa dei sovrani, che domina il mare e le colline, l’abitato e la valle di Caronia, è stata d’effetto e ha fatto il giro sui social. Le cicogne sono una specie di uccelli migratori che, in passato, furono preda dei bracconieri o di avvelenamenti da pesticidi e fitofarmaci, usati dall’uomo in agricoltura e hanno sofferto per la mancanza di siti in cui potersi riprodurre tanto da estinguersi sul territorio nazionale, ma da anni hanno fatto ritorno in Sicilia a nidificare su torri, campanili, tralicci, alberi, tetti o nelle vicinanze di stagni e specchi d’acqua, quando costruiscono il nido nel terreno. Un’interessante presenza di cicogne si rileva all’interno del Parco dei Nebrodi, che costituisce un ideale paesaggio naturalistico e faunistico, sia per le condizioni climatiche favorevoli e sia perché esse si possono cibare di una ricca varietà di anfibi pesci e insetti. In Sicilia, è presente la più grande popolazione di Cicogna bianca d’Italia, chissà se l’arrivo delle cicogne a Caronia sarà nidificante… si vedrà se nella prossima primavera faranno ritorno nell’incantato luogo, perché solitamente le cicogne scelgono lo stesso posto per la nidificazione restaurando il nido dell’anno precedente.

di Santina Folisi

Print Friendly, PDF & Email