Imprenditori Sovversivi, un sistema unico in Italia

Si chiama Imprenditori Sovversivi ed è un sistema unico in Italia. Si tratta di un approccio di gestione delle PMI incentrato interamente sulla qualità, non solo del lavoro, ma della vita in generale. Perché insegna a “usare” l’azienda come uno strumento di crescita personale, sotto il profilo emotivo e psicologico. A tutto vantaggio dell’azienda stessa. Infatti, i risultati numerici parlano chiaro: il 92% degli Imprenditori Sovversivi dichiara di aver aumentato, negli ultimi 3 anni, sia il fatturato, che gli utili (si va da un minimo del 10% a un massimo del 70%). “La sopravvivenza delle PMI non deve più rispondere alla logica Darwiniana della selezione naturale – asserisce Fabrizio Cotza, autore del sistema Imprenditori Sovversivi –. La competizione, infatti, tende a distruggere i valori più profondi e la sana collaborazione, sia internamente che sul mercato. A questo, si aggiungono gli studi scientifici dei cardiologi Meyer Friedman e Ray Rosenman, i quali hanno chiaramente dimostrato che una esistenza basata su un’eccessiva competizione comporta un maggiore rischio di infarti e scompensi cardiaci. Senza parlare dei danni provocati da uno stato di ansia e stress continuativo, tipico di chi vive continuamente con un atteggiamento di sfida. Quindi, perché continuare ad adottare approcci ormai inadeguati per crescere sul mercato e in più pericolosi per la propria salute?”.

Imprenditori Sovversivi suggerisce un percorso di crescita in 7 passaggi per accompagnare l’imprenditore in questo innovativo modello di gestione aziendale. Chi decide di intraprendere il percorso sovversivo, deve essere disponibile a fare uno swich off culturale, per predisporre il terreno su cui verrà edificata una vita personale e lavorativa migliore. Sei differenze tra l’approccio tradizionale e sovversivo:

  1. Tradizionale: lavoriamo di più per avere un fatturato più alto (ma pochi utili).

Sovversivo: lavoriamo meno, facciamo più utili (non necessariamente più fatturato).

  • Tradizionale: l’azienda è il fine ultimo.

Sovversivo: l’azienda è uno strumento per stare bene e far stare bene chi è attorno a noi (collaboratori, famiglia, etc.).

  • Tradizionale: bisogna avere obiettivi sempre più grandi, fare sempre di più.

Sovversivo: bisogna avere uno scopo che dia un senso agli obiettivi, che non devono essere necessariamente sempre più grandi, ma utili.

  • Tradizionale: bisogna essere sempre motivati da fattori esterni.

Sovversivo: bisogna essere consapevoli per non cadere vittime di meccanismi mentali ed emotivi negativi e distruttivi.

  • Tradizionale: si chiede il più possibile ai collaboratori per ottenere più risultati.

Sovversivo: facciamo stare bene i collaboratori per ottenere più risultati.

  • Tradizionale: si cerca di arrivare sempre prima degli altri per avere successo.

Sovversivo: si rispettano i propri valori per essere più realizzati

OneShot, l’evento che racconta Imprenditori Sovversivi

Il 2 ottobre si terrà a Bologna OneShot l’evento nazionale che riunisce tutti gli Imprenditori Sovversivi. Durante OneShot 2019, verrà riassunta tutta la filosofia che guida gli Imprenditori Sovversivi a una vera trasformazione, sia professionale che personale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*