La Festa della Mamma è tutti i giorni

Domenica 10 maggio si è celebrata la festa della mamma. E l’abbiamo celebrata indubbiamente nelle circostanze più insolite possibili! In verità, la festa della mamma deve essere celebrata ogni giorno dell’anno! Quanti sacrifici le nostre mamme fanno di nascosto! Nonostante l’età e il ruolo sociale che hanno, queste mamme eroiche fanno tantissimo per le loro famiglie e le nostre comunità! Esiste veramente un premio su questa terra che possa, sinceramente, premiare le loro fatiche, sforzi e così via? Certamente di no! In questo giorno assai bello, perché colmo di bontà ed eroismo, mi vengono spontaneamente in mente le stupende parole che il Santo Pontefice polacco scrisse alle mamme, esattamente venticinque anni fa! In quella circostanza, Papa Woytyla, scrivendo nel contesto della IV Conferenza Mondiale sulla Donna – che fu tenuta a Pechino tra il 4 e il 15 settembre 1995 – in una lettera specificamente dedicata alle donne, le ringraziò così: “Grazie a te, donna-madre, che ti fai grembo dell’essere umano nella gioia e nel travaglio di un’esperienza unica, che ti rende sorriso di Dio per il bimbo che viene alla luce, ti fa guida dei suoi primi passi, sostegno della sua crescita, punto di riferimento nel successivo cammino della vita. Com’è grande la mamma quando accompagna, con grandissimo amore, il suo bambino, in particolar modo, dal momento del suo concepimento fino al suo ultimo fiato in questo mondo!”.

Quali sono i verbi che descrivono meglio la mamma se non amare, fare, dare, ascoltare, confortare, gioire, piangere, abbracciare, baciare, accarezzare, sentire, curare, sostenere, proteggere, insegnare, accompagnare, ricordare, studiare, leggere, pulire, cucinare, nutrire, vegliare, urlare, sussurrare, cantare, sorridere, correre, saltare, educare, comprendere, perdonare, subire, angosciarsi, sollevare, soffrire, tacere, parlare…? E che ci dicono questi verbi materni? Nella sua catechesi settimanale del 7 gennaio 2015, Papa Francesco disse: “Le madri sono l’antidoto più forte al dilagare dell’individualismo egoistico. ‘Individuo’ vuol dire ‘che non si può dividere’. Le madri, invece, si ‘dividono’, a partire da quando ospitano un figlio per darlo al mondo e farlo crescere”. Preghiamo per tutte le Mamme del mondo che Maria, la Mamma delle mamme, possa aiutarli a essere più mamme perché sono più donne e donne di fede e fiducia in Gesù, il Figlio dei figli:

Veglia, o Regina d’amore e di dolore,

Benedici, o Maria, tutte le mamme,

Fortifica, o Maria, tutte le mamme,

Santifica, o Maria, tutte le mamme,

Veglia sulle madri addolorate.

Benedici le loro gioie e i loro dolori.

Fortificale nella loro insostituibile missione.

Santificale donando loro il Frutto del tuo seno.

Carissime mamme: buona festa per ogni giorno della vostra vita! Grazie di cuore! E che Dio vi benedica sempre!

di Fra Mario Attard

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*