Messina – Richiesta dell’attivazione di un tavolo istituzionale di rappresentanza permanente per il Risanamento

Considerato che riteniamo le politiche del Risanamento tema centrale dell’agenda politica cittadina e che la sua risoluzione costituisce risposta in termini di civiltà collettiva, di umanità, di solidarietà, di dignità e di decoro per la nostra intera comunità; Considerato che il fallimento dei risultati fino ad oggi ottenuti è imputabile all’inadeguatezza delle politiche messe in campo e degli strumenti operativi normativamente previsti; Ritenuto che sul tema occorre invocare la totale unità delle forze di rappresentanza, locale, regionale, nazionale, per programmare, pianificare e definire una piattaforma rivendicativa unica; Ritenuto che al predetto fine occorre la immediata istituzione di ‘un tavolo istituzionale di rappresentanza unico e permanente’;

Ritenuto che solo una tale unità di forze, istituzionalmente aggregate e coordinate, con una programmata, pianificata e condivisa unità di intenti, di azione e di rivendicazioni possa condurre alla definitiva soluzione di un tema così importante e così sensibile; Ritenuto che, all’interno del tavolo istituzionale invocato, possano trovare composizione e sintesi distinzioni e differenze, evitando così che esse possano deprimere, ostacolare o far perdere di forza l’azione rivendicativa; Ritenuto che è l’intera comunità che deve intestarsi la rivendicazione, prima, e l’eventuale successo finale, poi, e che, pertanto, non hanno senso o hanno senso demolitivo e contrario ai comuni interessi invocare una parte o avocare ad una parte, sul tema, iniziative e azioni che sarebbero solo frutto di interessi egoistici e particolari; Ritenuto che non è più ulteriormente tollerabile lasciare vivere migliaia di persone in condizioni sub-umane e che l’invocato tavolo istituzionale può definire una proposta normativa di livello generale, regionale e/o nazionale, che preveda adeguati poteri speciali o commissariali o emergenziali e le adeguate risorse finanziarie, da sostenere unitariamente nelle sedi deputate.

Si chiede al sig. sindaco, Cateno De Luca, l’immediata attivazione di un tavolo istituzionale di rappresentanza permanente per il Risanamento, con la convocazione di tutti i vari livelli di rappresentanza cittadina, locale (consiglieri comunali, presidenti e consiglieri circoscrizionali), regionale (deputati regionali) e nazionale (deputati e senatori) e di tutti i vari livelli responsabilità amministrativa impieganti sulle politiche del Risanamento cittadino (vertici ARISME …..), con il dichiarato obiettivo di muovere dallo stato dell’arte delle risorse disponibili e delle procedure in corso, dello scenario normativo vigente, degli attuali rapporti e competenze ripartite tra Comune, Regione Siciliana e A.Ris.Me. e di definire una proposta normativa di livello generale, regionale e/o nazionale, che preveda adeguati poteri speciali o commissariali o emergenziali e le adeguate risorse finanziarie, da sostenere UNITARIAMENTE nelle sedi deputate e dare, così, risposta definitiva all’annoso e doloroso problema che affligge la nostra Città.

I consiglieri Serena Giannetto, Alessandro De Leo e Francesco Cipolla

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*