Malta – Una persona per banco e disinfettanti alla porta nelle chiese nel dopo lockdown

Le chiese stanno dimostrando le misure di allontanamento sociale nel dopo lockdown, mentre si preparano alla riapertura completa. Le messe domenicali e quotidiane sono state annullate a causa della pandemia del Covid-19 e la decisione è dovuta al riesame della prossima settimana. Ma quando le chiese sono aperte ai funerali e alla preghiera privata quotidiana, hanno iniziato a condividere fotografie delle misure introdotte per fermare la diffusione del coronavirus tra i parrocchiani. Nella parrocchia di Ibraġ, che è aperta tutti i giorni per la preghiera privata e la Santa Comunione, dalle ore 7.30 alle 9.00 del mattino, tre su quattro banchi sono stati registrati. È consentita una sola persona per banco, ad eccezione dei membri della famiglia. Nella Chiesa di St Julians – che ha tenuto il suo primo funerale venerdì 22 maggio – i fedeli sono accolti con disinfettanti per le mani alla porta d’ingresso della chiesa. I banchi sono contrassegnati dove gli individui e le coppie possono sedersi e gli avvisi sono posti intorno alla chiesa per ricordare alle persone di lavarsi le mani e di non entrare se ammalate. Secondo le direttive della Chiesa, i funerali possono essere tenuti all’aperto, come nei cimiteri o nel sagrato della chiesa o in chiese di 500 metri quadrati o più grandi. In queste chiese, sono ammesse solo 20 persone.

di Fra Mario Attard

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*