Messina – Presentazione del seminario nazionale dell’AMMI sul tema “La musicoterapia”

Sabato 14 settembre, alle ore 10.00, presso la Sala consiliare di Palazzo dei Leoni, si terrà la conferenza stampa di presentazione del seminario nazionale dell’AMMI sul tema “La musicoterapia”. L’importante evento a carattere nazionale giunto alla XXVI Edizione, si svolgerà il 27 e il 28 settembre a Taormina e vedrà relatori di fama nazionale tra cui il dott. Nicolò Schepis, psicologo, pedagogista che terrà una Lectio Magistralis sul tema “La coscienza e la musica”, la dott.ssa Marinella Ruggeri, neurologa e psicoterapeuta rogersiana che relazionerà sul tema “ Nuova classificazione dei disturbi cognitivi secondo il DSM Quinto. Efficacia nel trattamento mediante musicoterapia”, la dott.ssa Angelida Ullo, psicologa, psicoterapeuta PhD Scienze psicologiche “Centro Agape” Messina che terrà una relazione dal titolo “La musica nel gruppo di memoria: un intervento multidimensionale e integrato paziente-caregiver”.

Numerose saranno le personalità presenti all’importante evento, tra questi figurano il prefetto di Messina, dott.ssa Maria Carmela Librizzi, il colonnello medico Alfonso Zizza, direttore del dipartimento militare di medicina legale, il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, il dott. Giuseppe Antoci, ex presidente Parco dei Nebrodi, il dott. Giacomo Caudo, presidente Ordine dei Medici di Messina, la dott.ssa Elvira Oliviero Lippi, presidente nazionale AMMI, la prof.ssa Rosellina Zamblera Crisafulli, presidente AMMI sez. di Messina, e il prof. Antonino Arcoraci, presidente Federspev Messina. Le due giornate saranno allietate da momenti di intrattenimento grazie alla presenza dei “Fikissimi”, del cantastorie Gaetano Vecchio, del soprano Paola Miraglia accompagnata al pianoforte da Fabio Catalano e di Antonino Foti al pianoforte, tastiere e arrangiamenti. Alla conferenza stampa di domani mattina, interverranno la presidente Ammi Messina, Rosellina Zamblera Crisafulli che presenterà le tematiche del seminario e i due esperti Marinella Ruggeri e Nicolò Schepis.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*