Svincolo di Giostra a uso ridotto, rampe inutilizzabili e traffico in tilt: Questa la situazione attuale nella zona di San Michele

Stamani, traffico totalmente paralizzato in tutta l’area circostante allo svincolo autostradale di Giostra, ove lunghissime code di sono registrate creando non pochi disagi sia per chi proviene da Palermo – che si vede costretto a uscire, obbligatoriamente, a Giostra – e, al tempo stesso, anche per tutti gli automobilisti che per forza di cose percorrono la zona; lunghe file si sono registrate anche all’interno della Galleria San Jachiddu direzione Annunziata/Giostra. A evidenziare tale problematica è il consigliere della V Municipalità, Franco Laimo, contattato da tantissimi cittadini rimasti, letteralmente, bloccati fra il lungo serpentone creato lungo la strada per San Michele, al fine di agevolare la viabilità stessa, ma che con la ‘fine delle ferie’ e il ritorno al lavoro per quasi la totalità della gente si rivela, purtroppo, quasi del tutto vana. Laimo, che si è recato, immediatamente, sul luogo per verificare i disagi, evidenzia, inoltre, che “con l’ormai prossimo inizio dell’anno scolastico, la situazione rischia di diventare ancora più insostenibile. Per quanto concerne, poi, la questione bretelle di collegamento con la Galleria San Jachiddu, è evidente che all’atto della progettazione manca qualche elemento fondamentale, come la realizzazione di un’altra galleria e, anche se non ci fossero i problemi strutturali appresi in questi ultimi giorni, aprendo le rampe in tali condizioni si verificherebbero almeno dieci incidenti al giorno. Occorre, dunque – conclude Laimo –, effettuare una vera analisi costi/benefici, riformulando e migliorando la viabilità intorno la rotatoria tanto richiesta davanti lo Svincolo di Giostra e, al tempo stesso, è necessario incrementare il numero degli operai del cantiere del viadotto e che lavorino H24 al fine di terminare prima possibile sia i lavori che i disagi dei messinesi”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*