Malta – Il progetto ‘Mensa Francescana’ è stato avviato con un contributo finanziario dal Fondo di Sviluppo dell’Autorità Di Pianificazione

Verso la fine dell’anno, i frati francescani di La Valletta apriranno finalmente le porte del loro convento a una ‘mensa francescana’, dove i più vulnerabili della società potranno consumare un pasto caldo. Il progetto è iniziato tre anni fa e, ora, ha ricevuto assistenza finanziaria, quasi un terzo di un milione di euro dal Fondo dell’Autorità di Pianificazione. Il progetto ‘Mensa Francescana’ nel convento francescano di strada Santa Ursula, a la Valletta, ha appena ricevuto un sostegno finanziario con una sovvenzione di € 303.000 da parte dell’Autorità di Pianificazione con lo scopo di aiutare i più bisognosi entro la fine dell’anno. Padre Marcellino Micallef OFM ha affermato che questo aiuto sostanziale li aiuterebbe ad aprire la cucina nei prossimi mesi, dove non solo offriranno cibo, quotidianamente, ma gli renderanno più dignità con gli altri servizi. “Speriamo di iniziare un rifugio notturno nei prossimi mesi in modo che queste persone non abbiano solo un piatto di buon cibo, ma anche un tetto sopra la loro testa”, ha detto padre Marcellino, fondatore della cucina francescana, a La Valletta. Il progetto prevede la costruzione di una cucina e una sala per la preparazione del cibo, una sala principale che offrirà spazio per chi è nel bisogno può mangiare qui almeno tre giorni alla settimana, una stanza dove i senzatetto possono lavare e asciugare i vestiti e un piccolo ufficio a fini amministrativi. L’architetto Vincent Cassar, presidente dell’Autorità di Pianificazione, ha affermato che questo progetto stava ricevendo l’assistenza del Fondo di Pianificazione e dell’Autorità dello Sviluppo e che questi fondi sono provenienti da progetti in cui gli sviluppatori hanno scelto di versare un contributo per compensare gli spazi di parcheggio che non sono stati presi in considerazione nel progetto.

Il ministro dell’Ambiente e della Pianificazione, Aaron Farrugia, ha affermato che, fino a poche settimane fa, il fondo era esclusivo solo per i consigli locali, ma attraverso una riforma in atto, ora sostiene progetti sociali che migliorano la qualità della vita delle persone.Questo è un modo in cui l’AP (Autorità di Pianificazione) aiuta anche le persone vulnerabili. Negli ultimi mesi, abbiamo visto diversi progetti ambientali previsti dall’Autorità di Pianificazione attraverso il fondo di Pianificazione per lo Sviluppo, persino progetti con un impatto sociale e questo è uno di questi di cui siamo orgogliosi”, ha detto Aaron Farrugia, il ministro per l’Ambiente e la Pianificazione. Il Fondo di Pianificazione dello Sviluppo è iniziato nel 2017 e, attraverso esso, sono stati assegnati oltre 17 milioni di euro per vari progetti realizzati in varie comunità. Il ministro Farrugia ha dichiarato che, solo lo scorso anno, questo fondo ha finanziato 44 progetti di vari consigli locali e organizzazioni non governative per un investimento complessivo di poco più di sei milioni e quattrocentomila euro. “Come francescano cappuccino sono felicissimo per i miei fratelli, i frati minori, che hanno risposto con grande fede e coraggio alla chiamata di Dio per aprire il loro convento per i poveri! In questa santa iniziativa, vedo la messa in pratica di quello che troviamo nelle Costituzioni Generali dell’Ordine dei Frati Minori, esattamente nell’articolo 97§1: ‘Sull’esempio di San Francesco, condotto da Dio fra i lebbrosi, tutti e singoli i frati optino in favore degli emarginati, dei poveri e degli oppressi, degli afflitti e degli infermi e, lieti quando possono stare in mezzo a loro, usino ad essi misericordia’”. La Mensa Francescana sarà, sicuramente, un forte segnale alle altre famiglie francescane a Malta di condividere la loro vita coi poveri con umiltà, semplicità, gioia e generosità.

di Fra Mario Attard

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*