Una grande lezione dalle elezioni USA 2020

Come un osservatore estraneo alla realtà politica statunitense, queste elezioni presidenziali del 2020 mi hanno fatto riflettere sul serio. Non assumo l’aria arrogante di intromettermi nella dinamica di questa politica d’oltreoceano e la giudico con la falsa presunzione di essere un esperto di chissà che. Mi spiace dirlo, ma chi giudica la politica statunitense e ogni genere di politica, coi criteri tutti suoi non ha capito niente della politica locale. Questo non significa ritirare da essa i valori fondamentali che si sono espressi già nella carta dei diritti umani. Ma, e nella concezione del grande sociologo francese Émile Durkheim, uno deve considerare la politica come una serie di fatti sociali e considerarli come delle cose, ossia, osservarli esattamente come delle cose che si oppongono all’idea, come ciò che si scorge dall’esterno rispetto a ciò che si coglie dall’interno. Dunque, la politica americana si vede dall’interno e non dall’esterno di essa! Oltre a questo fatto importantissimo, queste elezioni in America mi hanno fatto capire l’essenzialità della pazienza nella vita. Già a poche ore dalla chiusura delle urne per le votazioni, i due contendenti per la Casa Bianca hanno fatto loro la vittoria finale della gara presidenziale. Capisco che in questi momenti i nervi saltano e l’ansia comincia a farsi sentire.

Ma, e per l’amore di Dio e dei cittadini, anche qui si applica il principio del bene comune. In altre parole, quel bene comune che, come ci dice la costituzione pastorale sulla chiesa nel mondo contemporaneo del Concilio Vaticano Secondo, Gaudium et Spes, è “l’insieme di quelle condizioni della vita sociale che permettono tanto ai gruppi quanto ai singoli membri di raggiungere la propria perfezione più pienamente e più speditamente” (nro. 26). La pazienza è molto importante soprattutto in queste circostanze molto delicate. La pazienza è la virtù dei forti non dei deboli. Dunque, saper aspettare, rimanendo al proprio posto, sopportare con serenità tutto quello che può causare fastidio, dolore o irritazione, aiuta tantissimo per vivere una vita moderata, tollerante e mansueta. La vera pazienza è paziente e perseverante. “Perdere la pazienza significa perdere la battaglia” (Mahatma Gandhi). “La pazienza è la più eroica delle virtù giusto perché non ha nessuna apparenza d’eroico” (Giacomo Leopardi). “Quanto poveri sono coloro che non hanno pazienza! Quale ferita guarì mai, se non per gradi” (William Shakespeare). “La pazienza vi gioverà in ogni ora, ogni volta e in ogni occasione. Vi aiuta a superare il vostro avversario, per quanto forte possa essere. Vi aiuterà in tempi di avversità e difficoltà, durante le battaglie, in guerra e in pace” (Abd al-Karim Qasim). “Bisogna avere un cuore capace di pazientare; i grandi disegni si realizzano solo con molta pazienza e con molto tempo” (San Francesco di Sales). “La pazienza è il baluardo dell’anima, e la presidia e difende da ogni perturbazione” (Antonio di Padova). Possano questi aforismi essere per noi un punto di guida nella nostra vita a crescere sempre di più nella pazienza! Una grande lezione non soltanto per gli statunitensi, ma per tutti noi come esseri umani!

di Fra Mario Attard

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*