Oltre 52milioni i contagiati dal Covid-19 nel mondo

Sono oltre 52 milioni i casi di contagio registrati nel mondo dall’inizio della pandemia di Covid-19, secondo i dati dell’Università americana Johns Hopkins. I decessi totali sono oltre 1,28 milioni. Il Paese più colpito al mondo dal nuovo Coronavirus, in termini assoluti, restano gli Stati Uniti, con più di 10 milioni di casi e quasi 241 mila vittime. Seguono l’India e il Brasile. “Quando le persone si combattono l’un l’altro nel bel mezzo di una pandemia, l’unico a vincere è il virus”, scrive in un tweet il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, che ribadisce: “abbiamo bisogno di una rinnovata spinta alla pace per raggiungere un cessate il fuoco globale”. “Solo lavorando insieme possiamo sconfiggere il Covid-19, prevenire la catastrofe climatica e aprire la strada a un mondo migliore”.

Pakistan – 1.808 Persone hanno contratto il virus del Covid-19 nelle ultime 24 ore, in cui vi sono stati 34 morti. Il totale dei casi registrati dall’inizio della pandemia sfiora i 350.000, mentre il bilancio totale dei decessi arriva a 7.055. Lo rende noto il Ministero della Sanità di Islamabad, i pazienti gravi sono 1.164, con un incremento di 55 nelle ultime 24 ore, mentre da ieri ci sono stati 784 guarigioni, che portano il totale dei guariti a 320.849.

Russia – Nelle ultime 24 ore sono stati accertati 439 decessi provocati dal Covid-19: si tratta del numero massimo finora registrato in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia. Lo riporta il Centro Operativo Nazionale anti-Coronavirus. Ufficialmente, le vittime del virus Sars-Cov-2 in Russia sono in tutto 32.032. Sono in aumento anche i nuovi contagi che, dopo cinque giorni consecutivi sopra quota 20.000, ieri erano scesi a 19.851, ma oggi risalgono a 21.608. I casi di Covid-19 accertati in Russia dall’inizio dell’epidemia sono 1.858.568.

Germania –La situazione resta molto seria”. Lo ha detto il presidente del Robert Koch Institut, Lothar Wieler, a Berlino, durante una conferenza stampa. “I dati dei nuovi contagi restano molto alti, e aumenteranno il numero dei pazienti nelle terapie intensive e i morti”. Wieler ha anche spiegato che “il sistema sanitario potrà toccare i suoi limiti e l’epidemia potrà diffondersi in modo incontrollato in alcune Regioni del Paese”. Il numero dei nuovi contagi nelle 24 ore è 21.866. L’aumento dei contagi procede, però, con minor forza.

Giappone – Nuovo record di infezioni di Coronavirus in Giappone, con oltre 1.600 casi giornalieri in concomitanza con l’arrivo della stagione invernale. I numeri di giovedì superano quelli del giorno precedente (1.547), con la Città di Tokyo a guidare l’incremento, con 393 nuovi casi che portano il totale nella Capitale a 33.770, la somma più alta tra le 47 prefetture dell’Arcipelago. Le basse temperature costringono più persone a trascorrere maggior tempo al chiuso, riferiscono le autorità e, a questo riguardo, la Regione dell’Hokkaido – nell’estremo nord del Paese – ha superato i 100 casi giornalieri per l’ottavo giorno consecutivo. Sotto esame è anche la campagna del Governo per incentivare il turismo domestico, che ha creato flussi turistici oltre le aspettative. Malgrado i numeri fin qui più bassi rispetto alle Nazioni maggiormente colpite dalla pandemia, attualmente, il Giappone limita la capacità degli impianti sportivi al 50% della capienza, un limite che sarà prorogato fino a febbraio dalla scadenza – inizialmente prevista a fine novembre – ha detto il ministro in carica della gestione dell’emergenza sanitaria, Yasutoshi Nishimura, al termine di una riunione con una commissione di esperti medici. A livello nazionale, le positività si assestano a 113.800 contagi e 1.882 morti accertate (ANSA).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*