Consulta degli Architetti Siciliani. Il messinese Pino Falzea eletto nuovo presidente

Durante l’ultima seduta di Consiglio, tenutasi il 6 aprile in streaming, all’unanimità dei presenti, la Consulta degli Architetti Siciliani ha eletto i nuovi vertici nominando presidente l’architetto Pino Falzea (Messina) e segretario l’architetto Antonino Rizza (Enna). La nuova guida della Consulta è stata designata dai rappresentanti degli Ordini degli Architetti di Agrigento, Caltanissetta, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani. Assente, invece, l’Ordine di Catania, che ha deliberato nelle scorse settimane di recedere dall’organo di rappresentanza. Il neo presidente, Pino Falzea, che torna al vertice della Consulta dopo la nomina nel 2017, è un libero professionista con esperienza trentennale nel settore dell’edilizia residenziale e sanitaria, dei lavori pubblici e del governo del territorio. Ha svolto numerosi incarichi di consulenza per enti pubblici e privati. È componente del Comitato Tecnico-Scientifico dell’Autorità di Bacino della Regione Siciliana ed è, attualmente, presidente dell’Ordine degli Architetti di Messina.

Ci siamo subito messi in moto – commenta Falzea – e dopo la definizione dei nuovi assetti, grazie al contributo di tutti i rappresenti degli architetti siciliani, abbiamo tracciato le linee programmatiche dell’attività di politica professionale per i prossimi mesi, concentrandoci sulle azioni immediate per fronteggiare l’emergenza da Covid-19, ma anche su quelle che dovranno essere attivate quando questa emergenza sanitaria sarà superata”. Già, dalla prossima settimana, saranno attivi dei tavoli operativi che avranno come priorità: politiche di rilancio del lavoro (agevolazioni fiscali, semplificazioni, equo compenso e certezza dei pagamenti, etc.); modifica del codice dei contratti; modifica del testo Unico dell’edilizia e quindi della L.R. 16/2016; nuovo Regolamento Edilizio Unico; modifica del codice dei Beni culturali e del Paesaggio; nuova legge regionale di Governo del territorio; modifica dell’Ordinamento professionale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*