Covid-19 e solidarietà: L’artista Lorenzo Chinnici e il figlio Francesco hanno donato 5.000 mascherine al Comune di Messina

Un importante gesto di solidarietà, in questo complicato momento dovuto alla diffusione del Covid-19, è stato quello del noto artista Lorenzo Chinnici, che con il figlio Francesco Chinnici, uno dei più noti organizzatori di eventi al mondo, hanno donato 5.000 mascherine al Comune di Messina. Fanno parte di uno stock di 50.000 mascherine monouso certificate CE donate dal Governo cinese a Francesco e Lorenzo Chinnici che, a loro volta, le hanno destinate al loro Comune dove risiedono (Merì) e poi ad alcuni Comuni limitrofi, tra i quali Messina, e a diversi ospedali, a partire da quello di Barcellona Pozzo di Gotto. Francesco Chinnici è amico di Emma Wang, responsabile del Governo per la Cultura di Shangai, che apprezza moltissimo l’arte del padre Lorenzo Chinnici, uno degli artisti di arte contemporanea più apprezzati in ambito internazionale. Una storia di stima e amicizia che si è consolidata a gennaio, quando il Comune di Merì – mentre tutta l’Europa chiudeva le porte e loro erano costretti a chiudere anche i loro negozi –, ha coinvolto artisti cinesi in un progetto culturale per l’installazione di opere realizzate da artisti di tutto il mondo.

Emma Wangh ha sottolineato: Voi ci avete coinvolto in un progetto artistico nel nostro periodo più buio, vogliamo ricambiare. Apprezziamo moltissimo l’arte del maestro Chinnici, questo è un gesto in suo onore”. Il Comune di Merì si è, dunque, attivato per distribuire le mascherine ai Comuni e agli ospedali che ne avevano più bisogno. Il sindaco di Messina, Cateno De Luca, e l’assessore alla protezione civile, Massimiliano Minutoli, hanno ringraziato l’artista Lorenzo Chinnici, suo figlio Francesco, il sindaco di Merì, Filippo Gervasi Bonansinga, e l’assessore alla Protezione Civile di Merì, Carmelo Arcoraci, per questo importante gesto e hanno annunciato che distribuiranno le 5.000 mascherine, regolarmente omologate, nei prossimi giorni alla popolazione.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*