La Sicilia e Maserati Multi 70 protagonisti della Rolex Middle Sea Race

Giovanni Soldini e il Team di Maserati Multi 70 hanno tagliato per primi il traguardo della Rolex Middle Sea Race, competizione velica organizzata dal Royal Malta Yacht Club che ha preso il via da La Valletta lo scorso sabato 17 ottobre. La storica regata maltese ha segnato, ufficialmente, la ripresa del programma sportivo di Maserati Multi 70, famoso trimarano messo in pausa da febbraio a causa dello scoppio della pandemia. L’imbarcazione, dopo aver fatto tappa a Marina di Ragusa, in Sicilia, è partita per raggiungere La Valletta solo poche ore prima del via della regata. La Rolex Middle Sea Race, arrivata alla 41a Edizione, è partita sabato, alle ore 11.00 locali, e ha visto protagoniste 58 imbarcazioni iscritte alla regata, di cui 11 italiane. Maserati Multi 70 si è trovata in compagnia di altri multiscafi concorrenti, tra cui il gemello MOD 70 Manam di Brian Thompson, il francese Ultim’Emotion 2, maxi trimarano di 80 piedi di Antoine Rabaste, e l’australiano Shockwave, trimarano di 63 piedi con skipper Jeff Mearing e Scott Klodowski. Le barche, lungo il percorso, hanno fatto un giro antiorario della Sicilia, passando a nord di Stromboli, a ovest di Favignana e Pantelleria e a sud di Lampedusa, prima di ritornare al traguardo a La Valletta. Dopo il passaggio di Capo Passero con 12 nodi di vento da nord-ovest, hanno risalito la Sicilia verso lo Stretto di Messina, con vento in calo, Maserati Multi 70 ha tenuto una rotta vicina alla costa siciliana, cercando un giro di vento favorevole, mentre Mana si è diretto più a Est. Intorno a mezzanotte, circa 12 ore dopo il via, i due MOD 70 hanno superato lo Stretto di Messina, di nuovo affiancati.

Passata Stromboli, il punto più a nord di tutto il percorso, è iniziato un match race spietato. C’era pochissimo vento – racconta Soldini –, eravamo vicinissimi e ci siamo superati a vicenda almeno 4 o 5 volte, una lotta all’ultimo bordo!”. Dopo una lunga giornata di bonaccia, Maserati Multi 70 e Mana hanno iniziato a riprendere velocità, grazie a un vento da nord-ovest che li ha accompagnati quasi fino al traguardo. “Dopo Favignana, siamo sempre rimasti in testa, ma non è stato facile: siamo arrivati solo 15 minuti prima dei nostri avversari!”. La Rolex Middle Sea Race non è una regata sconosciuta a Giovanni Soldini e al suo equipaggio: a bordo del trimarano, il Team italiano ha già partecipato alle edizioni del 2016 e del 2018, conquistando in entrambi i casi la Line Honours. Il record di velocità dei multiscafi appartiene proprio a Soldini, nel 2016, infatti, Maserati Multi 70 ha tagliato il traguardo in 2 giorni, 1 ora, 25 minuti e 1 secondo. Il record assoluto è, invece, di George David che, nel 2007, a bordo del maxi monoscafo Rambler, ha terminato la regata in 1 giorno, 23 ore, 55 minuti e 3 secondi. Alle ore 20.36 27” di lunedì 19 ottobre – ora locale (18.36 27” UTC) – Maserati Multi 70 ha tagliato il traguardo della 41a Edizione della competizione velica. Giovanni Soldini e il suo Team hanno concluso la prova con un tempo reale di 2 giorni, 8 ore, 26 minuti e 27 secondi. Il MOD 70 Mana, gemello di Maserati Multi 70, anch’esso con bandiera italiana, ha tagliato il traguardo alle 20.51 35” – ora locale (18.51 35” UTC) – 15 minuti dopo Maserati Multi 70. Il record dei multiscafi, fissato da Soldini nel 2016, è rimasto, quindi, imbattuto. Il Team di Maserati Multi che ha gareggiato insieme a Giovanni Soldini per questa regata, è stato composto da: Cédric Bader, Vittorio Bissaro, Lorenzo Bressani, John Elkann, Oliver Herrera Perez, Nico Malingri e Matteo Soldini. Maserati Multi 70 è anche una ‘barca-laboratorio’ sulla quale gli ingegneri dell’Innovation Lab di Modena hanno trasferito il loro know-how in aerodinamica, innovazione tecnologica e performance. Gli stessi valori che hanno guidato il team di tecnici e ingegneri nello sviluppo della nuovissima sportiva Maserati MC20.

di Sergio Lanfranchi

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*