Cospicua conquista doppi onori alla “Regata del Giorno della Vittoria”

L’otto settembre, il Giorno della Vittoria che commemora la netta vittoria dei maltesi e cavalieri sui turchi ottomani nell’assedio del 1565, è stata una doppia delizia per Cospicua al Porto Grande. Infatti, entrambi i rematori cospicuani, juniores e maggiori, hanno vinto tutti e due onori alla Regata del Giorno della Vittoria. I cospicuani hanno conquistato sia la categoria Open che la categoria ‘B’ Shields in stile enfatico. I Blues hanno vinto la categoria Open per la ventesima volta e la terza consecutiva. I rematori di cospicua hanno prodotto un comando mostrando come hanno vinto tutte le cinque gare nella categoria senior, raccogliendo un massimo di 88 punti nella classifica finale. I rematori cospicuani hanno iniziato il loro inseguimento per i maggiori onori con un primo posto nell’apertura nella gara che si chiama Tal-Midalji, grazie al loro quartiere formato da Kieran Żammit, Clive Casha, Clayton Darmanin e Jurgen Camilleri. I rematori di Birżebbuġa si sono piazzati secondi mentre quelli sengleani hanno dovuto accontentarsi del terzo posto.

Poi, i rematori cospicuani Żammit e George Frendo hanno ottenuto una seconda vittoria nella categoria dei Frejgatini prima che Casha si alleasse con Dennis Thornton per dominare la gara Tal-Pass e spingere Cospicua sull’orlo del loro successo. I cospicuani erano decisi a vincere tutto quello che era da vincere in questa edizione della Regata Del Giorno della Vittoria quando nella penultima gara Maximilian Mamo e Romario Brignone tagliarono il traguardo al primo posto nella categoria Kajjiki davanti al duo di Marsa Christian Camilleri e Nigel Sant. Al terzo posto, è andato il duo di Birżebbuġa. La gara finale, che ha puntato il maggior numero di punti, è stata una mera formalità per i Blues, mentre Frendo, Casha, Thornton e Camilleri hanno prodotto un altro superbo spettacolo di forte canottaggio tra le celebrazioni dei loro fan al Porto Grande.

Nella categoria ‘B’, la sfida per l’ambito scudo si è andata proprio al filo mentre perché i rematori cospicuani si assicuravano del loro successo nella gara finale solo quando Owen Żammit, Antoine Brignione, Cleaven Falzon e Romario Brignione hanno contribuito a una vittoria meritata. Cospicua vinse due delle cinque gare in questo campionato, ma il loro sforzo fu sufficiente per loro di vincere il primo premio. Marsa si è piazzata seconda classificata assoluta con 42 punti, 22 punti dietro la vincitrice Cospicua. I Red-Blue vinsero la prima gara (Tal-Pass due rematori) prima che Senglea si piazzasse prima nella gara successiva (dei Kajjiki) e Cospicua non riuscisse a finire tra i primi tre. Tuttavia, Cospicua ha fatto bene a conquistare il secondo posto nella gara dei Frejgatini spingendosi verso il loro successo finale in un finale drammatico. Nel frattempo, Vittoriosa ha conquistato la gara dei frejgatini riservata alle rematrici grazie al duo Gylnnis Mizzi e Rachelle Gialanze. Marsa si è classificata seconda mentre Cospicua seguì al terzo posto. Questa bellissima regata fa risorgere in me un grandissimo pensiero dello scrittore, umorista, aforista e docente statunitense e autore di capolavori riconosciuti della letteratura americana, Mark Twain, quando dice: “Tra vent’anni sarete più delusi per le cose che non avete fatto che per quelle che avete fatto. Quindi, mollate le cime. Allontanatevi dal porto sicuro. Esplorate. Sognate. Scoprite”.

di Fra Mario Attard

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*