Assunti 20 medici per potenziare ulteriormente i controlli agli sbarchi

Venti nuovi medici sono stati assunti dal coordinamento dell’Unità di crisi per l’emergenza sanitaria per l’area metropolitana di Messina, al fine di implementare ulteriormente i controlli agli sbarchi dei mezzi pubblici e privati che effettuano collegamenti sullo Stretto. La misura è stata voluta dalla Regione siciliana nell’ambito di un potenziamento delle azioni di contenimento dell’epidemia. I nuovi medici hanno firmato il contratto presso gli uffici dell’A.O.U. Policlinico G. Martino di Messina. L’incarico, della durata di 6 mesi, è prorogabile in funzione della situazione legata alla pandemia. Hanno, quindi, incontrato il dott. Giuseppe Laganga, coordinatore dell’Unità di crisi, e, immediatamente, preso servizio. In particolare, i nuovi medici si aggiungono al personale impegnato nello screening dei passeggeri che arrivano in Sicilia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*