Dal Nord Italia a Reggio Calabria senza cambi con Frecciarossa e Italo

I due principali operatori italiani su rotaia hanno annunciato due novità importanti e attese da anni da tutti i viaggiatori che si spostano in treno dalle Regioni del Nord Italia a quelle del Sud e viceversa. Trenitalia ha comunicato la possibilità di acquistare i biglietti del Frecciarossa che, dal 3 giugno, per la prima volta senza cambi intermedi, collegherà Torino con Reggio Calabria. Il collegamento giornaliero in Frecciarossa, da e per Reggio Calabria, è la principale novità dell’offerta di Trenitalia, Gruppo FS Italiane, che da inizio giugno prevede 74 Frecce e 48 InterCity sulle principali direttrici del Paese, raddoppiando il numero di treni a disposizione dal secondo step della Fase 2 dell’emergenza sanitaria Covid-19, iniziato il 18 maggio. Per consentire ai siciliani di usufruire dei servizi ad Alta Velocità, insieme al biglietto delle Frecce sarà possibile acquistare anche quello della nave veloce BluJet (Gruppo FS Italiane) che collega Villa San Giovanni e Messina. Gli orari delle navi e dei treni sono integrati per garantire un facile interscambio fra i due mezzi di trasporto. Al momento, la disponibilità dei posti resta al 50% per il sistema di prenotazione ‘a scacchiera’ che garantisce il rispetto del distanziamento sociale.

Dal 3 giugno, a disposizione dei viaggiatori, da e per la Calabria, anche i due Frecciargento che collegheranno Bolzano e Sibari. Hanno, invece, viaggiato, già durante la Fase 1 dell’emergenza sanitaria, i Frecciabianca che collegano Roma alla Calabria. Fin quanto il Covid-19 lo richiederà, a bordo di Frecciarossa e Frecciargento sarà distribuito un safety kit gratuito contenente mascherina, gel igienizzante per mani, guanti in lattice e poggiatesta monouso, insieme a una lattina d’acqua per tutti i passeggeri. Inquadrando con lo smartphone il ‘QR code’ posizionato sui tavolini, i passeggeri possono visualizzare le informazioni sulle attività e i processi di pulizia e sanificazione dei treni. L’offerta di Italo è prevista dal 14 giugno, con l’entrata in vigore dell’orario estivo. Italo, infatti, introdurrà nuove Città nel proprio network e, tra queste, alcune del Sud Italia. La società approderà con 4 servizi al giorno in Cilento e in Calabria. Si potrà arrivare fino a Reggio Calabria senza cambi, garantendo collegamenti diretti da Torino, Milano, Reggio Emilia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Salerno. Ci saranno fermate intermedie che consentiranno di raggiungere le meraviglie del Cilento quali Agropoli/Castellabate, Vallo della Lucania e Sapri, proseguendo poi verso la Calabria, servendo così Paola, Lamezia Terme, Rosarno e Villa San Giovanni, terminando la corsa a Reggio Calabria.

I viaggiatori diretti in Sicilia, in questo modo, avranno anche la possibilità di raggiungere gli arcipelaghi siciliani direttamente da Reggio Calabria e Villa San Giovanni. I biglietti per queste nuove destinazioni sono già in vendita: saranno 2 le partenze da Torino verso Reggio Calabria (ore 5.23 e 13.19) e altrettante ce ne saranno da Reggio per tornare verso il Nord (7.30 e 13.30). Anche Italo, per la fase legata al Codiv-19, ha previsto posti a scacchiera, l’installazione di dispenser di gel disinfettante in carrozza, la disponibilità di kit di sicurezza per chi ne fosse sprovvisto e la controlleria biglietti nel rispetto delle giuste distanze. Italo è il primo operatore privato italiano sulla rete ferroviaria ad Alta Velocità e il primo operatore al mondo a utilizzare il treno Alstom AGV 575, detentore del primato di velocità ferroviaria. L’attuale flotta dei treni Italo è composta da 25 treni AGV 575 di ultima generazione in grado di viaggiare ad altissima velocità, fino a 360 Km/h e da 22 treni Italo EVO, di cui 20 già operativi. La notizia di nuove tratte operate dai due principali operatori ferroviari italiani, farà felice molti turisti, ma soprattutto molti siciliani e calabresi che per lavoro o turismo vogliono utilizzare il treno per raggiungere il Nord Italia senza estenuanti cambi.

di Sergio Lanfranchi

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*