Un sacerdote missionario maltese muore per Covid-19

Un sacerdote carmelitano maltese è morto per Covid-19, dove aveva lavorato a lungo come missionario. Si tratta di padre Valerjan Mercieca O. Carm, sacerdote generosissimo che ha contratto il virus nel corso del suo infaticabile lavoro. Giustamente, l’Ordine Carmelitano in Bolivia – dove era stato per molti anni – ha espresso la sua gratitudine per l’instancabile servizio missionario che nostro fratello ha dato alle nostre amate terre boliviane. Mercieca è morto in ospedale in Perù, sabato 1 agosto 2020, dove aveva recentemente lavorato. Ecco il testo Facebook dei carmelitani in Bolivia: Frati Carmelitani della Bolivia: “Il Carmelo boliviano saluta padre Valeriano Mercieca, un fratello, un fervente missionario che, oggi, ha lasciato questo giardino terreno al divino giardino di Dio. Chiediamo preghiere per il suo eterno riposo e affinché Nostra Madre, Sorella e Patrona, la Vergine del Carmelo lo riceve nella dimora di Dio. La comunità dei Fratelli Carmelitani, le Suore Carmelitane di Madre Candelaria, le Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Cristo e le Missionarie Aymara che serviamo in Bolivia sono grate per l’instancabile servizio missionario che nostro fratello ha dato alle nostre amate terre boliviane. Missio Malta – cioè l’agenzia internazionale di missione della Chiesa cattolica a Malta – ha dichiarato che Mercieca ha contratto il virus nel corso del suo lavoro. L’agenzia ha affermato di aver trascorso tutta la vita a lavorare tra i poveri come missionario. Questo frate semplice, umile e generosissimo mi fa ricordare, con la sua vita splendidamente vissuta nella santità, le splendide parole di Gesù: ‘Nessuno ha amore più grande di quello di dare la sua vita per i suoi amici’ (Giov 15:13).

di Fra Mario Attard

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*